Home / Articoli / Botox e filler: usi e differenze







Dedicare molto tempo alla cura di se stessi con ottimi prodotti da utilizzare a casa è importante, ma a volte può non bastare. La pelle può richiedere un aiuto in più grazie ai nuovi trattamenti estetici viso per rendervi impeccabili. Concedersi piccoli ritocchini estetici ormai è diventato un desiderio irrinunciabile. I trattamenti estetici più richiesti sono sempre loro: tossina botulinica (detta anche botox) e filler (acido ialuronico riassorbibile).

Prima di sottoporsi a questi efficacissimi trattamenti è bene conoscere le loro proprietà, distinguendo le loro azioni che spesso vengono confuse come se fossero la stessa cosa.

Esistono di due diverse tipologie di rughe che possono apparire sul viso: rughe statiche (spesso vengono generate dalla posizione acquisita durante il sonno notturno) e rughe dinamiche (generate dal movimento delle nostre espressioni, quindi dalla mimica del volto).

I Filler sono prodotti costituiti da sostanze naturali come acido ialuronico e collagene, in parte già prodotte dal nostro organismo naturalmente. Il suo effetto è quello di “riempire” le zone depresse che risultano scavate (zigomi, rughe naso-labiali, rughe o solchi commisurali, linee del sorriso, linee periorali) oppure aiuta a rimodellare il contorno o il volume delle labbra (ingrandimento labiale) ed infine è possibile rimodellare la forma del naso (rinofiller). I filler esistono di vari tipi, i più consigliati sono quelli riassorbibili, poiché il nostro organismo li riassorbe completamente nell’arco di 3/5 mesi. Il rischio di allergia al prodotto è molto raro.

La tossina botulinica (detta anche botox) è un veleno che viene iniettato sul terzo superiore del viso (fronte, glabella, contorno occhi) e può essere anche applicato sulle rughe del collo. L’iniezione di tale sostanza provoca il rilassamento dei muscoli facciali e il blocco della trasmissione dell’impulso nervoso eliminando così la formazione delle rughe. L’effetto della tossina botulinica non è immediato, si potranno visualizzare i risultati nell’arco di 3-4 giorni e l’effetto dura per 4/6 mesi. Non provoca allergie ma puo’ avere effetti collaterali. Parlane con un esperto di medicina estetica.

Che dire? Adesso che conosciamo la differenza tra questi due prodotti e sappiamo cosa e come trattare le rughe del nostro viso, abbiamo imparato che si può essere impeccabili senza ricorrere a rimedi estremi.


Esprimi il tuo gradimento riguardo l'articolo "Botox e filler: usi e differenze" con un voto: